Le mie foto, storytelling delle mie immagini

Uno stile di vita: la fotografia come lavoro e passione.
Dal 1977 ad oggi, dalla fotografia commerciale alle ricerche creative,
Aattualmente freelance,specializzata in : FoodPhoto, Ritratti, Cerimonie, Interior, attualità, microstock, mobilephotography.
Lezioni private e in piccoli gruppi, per informazioni scrivre a thefoodielifestyle@gmail.com

Insegno food photography rivolgendosi soprattutto a blogger, chef, produttori, aziende che operano nel food e turismo. (sui social girano troppe immagini orribilis! Che non aiutano di sicuro un’attività)
Nonostante il lavoro commerciale ho sempre fatto delle ricerche personali dove poter incanalare la creatività senza vincoli commerciali o tecnici.

Come “artista” ho all’attivo parecchie personali, l’ultima, Oltre il Mare è quella che mi piace di più con India, no problem? Del 2013.
La prima racconta dei Mondiali di Vela d’Altura 2017 a Trieste, dov’ero blogger ufficiale.
La tecnica di stampa è il riversamento su legno con gel acrilici, tante vele sul mare che parlano anche di etica.
http://www.thefoodieandeverythingelse.it/2018/04/06/mostra-personale-di-fotografia-oltre-il-mare-per-le-vie-delle-foto-a-trieste/
La seconda è un reportage di un viaggio in India nel 2003 con accentuazione su usi e costumi.
Una collettiva che verrà ripetuta presto a Pordenone è S.O.S. Oltre il bullismo. L’Arte del fare sensibilizzando. In Palazzo della Regione F.V.G.
http://www.consiglio.regione.fvg.it/cms/hp/eventi/0113.html
Nel gruppo organizzatore di Espansioni, rete di associazioni che promuove l’Arte parlando di donne e sensibilizzando. <<
è una rassegna d’arte contemporanea che sviluppa in ogni edizione un programma ricco di mostre ed eventi, grazie all’attiva collaborazione delle artiste e di una rete di associazioni.>> (Renata Kodilija).
Ultima collettiva a Foggia con un mio intervento sull’architettura della Wagnerschule
Una Sandbox Sconosciuta.

Unica a Trieste con una personale di Public Art, 10 cartelloni pubblicitari di 6mx3m disseminati per la città rappresentanti Muggia e il suo carnevale (uno dei maggiori d’Italia) , La Città del Carnevale

Vincitrice dei Foodie Awards di Eyeem a New York nel 2015 (18.000 partecipanti con 200.000 immagini).

Articoli recenti

Tzatziki..prime prove in attesa dei cetrioli a kilometro 0….I like cucumbers!

E’ arrivato luglio e il suo caldo, molta afa che fa voglia di stare solo in spiaggia sotto l’ombrellone con una bavetta che arriva dal mare. La pioggia ha rovinato la mia gita e mi sono ridotta a mangiare davanti al ventilatore in soggiorno, un ztatziki comperato in bottega qua sotto. mi sono anche vergognata di averlo comperato visto che si sta poco a prepararne uno fresco con cetrioli (da noi cucumeri) a kilometro 0.
Sabato ne farò scorta vista la festa in campagna di un amico!
Ho fatto una ricerca nei miei libri vintage di cucina e ho trovato la ricetto che facevo sempre!

La vera ricetta greca dice che bisognerebbe preparare questa salsa con lo yogurt di pecora. Sinceramente l’ho provata a Creta ma è troppo forte per il mio palato anche se è meno liquido.
Scegliamo un buon yogurt greco (

Per uno tzatziki non convenzionale qualcuno usa addirittura sostituire allo yogurt i fiocchi di latte o il formaggio fresco spalmabile. ma a me non piace).
Io la faccio così:
1 cetriolo
250 gr di yogurt greco
Aglio a seconda dei gusti (a me non piace proprio molto e ne metto in quantità inferiori di quella consigliata)
olio d’oliva , un cucchiaio
foglioline di menta.

Spunto i cetrioli dopo averli lavati bene, li spunto e massaggio un pò la parte tagliata sull’estremità del cetriolo per tirarne via l’amarognolo (l’ho scoperto pochi anni fa). Li grattuggio facendoli cadere in un canovaccio e li strizzo  un pò per farne andar via l’acqua in eccesso.
In una ciotola mescolo lo yogurt con la polpa del cetriolo , aggiungo un cucchiaio di buon olio evo e mescolo ancora bene per far amalgamare gli ingredienti. Con l’apposito attrezzo schiaccio l’aglio e mescolo ancora, aggiungo qualche fogliolina di menta tritata finemente…rimescolo ed è pronto da mettere in frigo almeno un’ora.

Questa ricetta è la mia preferita però qualche volta ci aggiungo qualche goccetta di limone o due tre gocce di aceto (provate con il balsamico..ma poco poco!)
Le foto di oggi sono ingannevoli! Ma in foto il sapore non si sente
La salsa comperata pronta non era male ma non era sicuramente salutare o gustosa come quella fatta in casa!
Io l’ho mangiata da sola con le tortillas ma accompagna benissimo tanti secondi di carne e pesce….
Buon appetito!

 

  1. Gamberetti , piselli e voglia di ritornare nel Goa. Commenti disabilitati su Gamberetti , piselli e voglia di ritornare nel Goa.
  2. Tortellini salvia e menta. Commenti disabilitati su Tortellini salvia e menta.
  3. Hummus di ceci e avocado. Commenti disabilitati su Hummus di ceci e avocado.
  4. Spaghetti di zucchini con piselli e ricotta. Commenti disabilitati su Spaghetti di zucchini con piselli e ricotta.
  5. Pasta di farina di piselli al pesto di peperoni. Commenti disabilitati su Pasta di farina di piselli al pesto di peperoni.
  6. Fagioli all’uccelletto con un occhio al Food Design e alla composizione del piatto. Commenti disabilitati su Fagioli all’uccelletto con un occhio al Food Design e alla composizione del piatto.
  7. A casa nei tempi del COVID19 Commenti disabilitati su A casa nei tempi del COVID19
  8. Strucolo de pomi Fusion ovvero strudel di mele alla mia maniera. Commenti disabilitati su Strucolo de pomi Fusion ovvero strudel di mele alla mia maniera.
  9. Buon 2020 in super ritardo! Commenti disabilitati su Buon 2020 in super ritardo!