FOTOGRAFIA, BUONGUSTAI

E STILI DI VITA

Arte nata da un raggio e da un veleno,
Su questo segno della tua potenza /
Mi si rivela appieno /
La tua duplice essenza. /
O arcane curve, ombre soavi, tocchi / Luminosi, divine orme d’amore! /
Sento il raggio negli occhi,
/ E il veleno nel core.


Arrigo Boito, Il libro dei versi, 1902 (scritto sotto un ritratto in fotografia della Duchessa E… L…)

Macor porta Muggia su IconArtMagazine

LUIGI PUTIGNANO11 NOVEMBRE 2020
Un’artista muggesana conquista una pagina del prestigioso bimestrale IconArtMagazine con l’immagine e la quotazione di una delle sue opere. È Fiorella Macor, fotografa professionista dal ’77, vincitrice nel 2015 dei Foodie Awards di Eyeem a New York, tra 18 mila partecipanti e 200 mila immagini. «Vedere la mia EvaLUna sulla rivista (in occasione della Emirates Art Connection di Dubai, ndr) è stata una grande, grande soddisfazione», ammette.
L’opera è accompagnata sulla rivista anche dalla quotazione ottenuta in battuta d’asta tramite Art Code – Casa d’Aste, che ha valutato l’opera tra i 1.300 e i 1.500 euro.


O

Oltre il Mare
è un progetto che nasce dalla mia partecipazione come blogger e fotografa ai Mondiali di Vela d’Altura che si sono svolti nel Golfo di Trieste dal 30 giugno al 8 luglio 2017. Primo giorno, mezz’ora prima dell’imbarco per seguire la regata di prova della domenica, il mio teleobiettivo si schianta al suolo! Che dire? Rabbia e qualche lacrima ma non abbandono il campo, non noleggio nessun altro tele e neppure chiedo in prestito a qualche amico… guardo con altri occhi questa gara: Uomini Vs Mare! Tecnologia e natura, odore di salmastro e rumore di vele, vento e bonaccia, sensazione di libertà .Quando mi sono trovata davanti al monitor a editare tutti gli scatti ho visto una storia fatta di belle cartoline, una descrizione che non bastava a esprimere le mie sensazioni. Sono ritornata vicino al mare, senza reflex e, chiudendo gli occhi, ho ripercorso questa esperienza con i sensi ed è così che è nata l’idea di andare oltre la fotografia, di usare legni e pennelli, come un marinaio d’altri tempi, liberare la fantasia senza schemi fissi al contrario delle regole che mi sono sempre state imposte come fotografa professionista, finalmente anche “pittrice”!

Ho scavato nel profondo e la voglia di libertà che mi ha sempre dato il mare mi ha portato a riflettere anche sul mito della natura perduta e lo strapotere della tecnica, c’è una via d’uscita per l’uomo moderno: ritrovare un nuovo rapporto con la natura un rispetto reciproco che tolga ogni arroganza e violenza dell’azione dell’uomo verso il pianeta e gli altri esseri viventi… altrimenti c’è il Nulla dell’Isola delle Sirene o un viaggio senza scopo in un mare sconosciuto…

La Città del Carnevale

LA CITTÀ DEL CARNEVALE, intervento di arte pubblica di Fiorella Macor
Le maschere con tutta la loro verve sono protagoniste della mostra La Città del Carnevale che dal 28 gennaio sarà visibile a Trieste. Dieci fra i più visibili spazi d’affissione di Trieste, ospiteranno le immagini scaturite dalla fantasia della fotografa Fiorella Macor. Muggia nei suoi siti più pittoreschi diventa la scena su cui proiettare le immagini più rappresentative del Carnevale Muggesano: maschere rivelatrici dello spirito giocoso che sta alla base della grande vitalità della storica manifestazione. 
Fiorella Macor, nata in una famiglia di fotografi, da sempre si occupa di fotografia intrecciando l’attività di reporter, lo sviluppo e la stampa, e una personalissima ricerca artistica. Sempre aggiornata sui più recenti sviluppi tecnologici della fotografia, ci presenta 10 divertentissime immagini capaci di attirare l’attenzione anche dei più distratti passanti in cui gli scorci più caratteristici di Muggia si sposeranno con le maschere più insolite e bizzarre.
Questo intervento di arte pubblica intende così anticipare e accompagnare le iniziative organizzate per questa speciale edizione del 60° Carnevale Muggesano, che vedrà il suo svolgersi nella settimana più pazza dell’anno, dal giovedì grasso, in cui il Sindaco Nesladek consegnerà le chiavi della città a Re Carnevale in Piazza Marconi, pardon in Piazza Trottola, così ribattezzata dal nome dell’ultima compagnia vincente il Grande Corso Mascherato della domenica, fino ai Funerali del Carnevale del mercoledì delle ceneri. L’appuntamento è dunque fissato dal 7 al 13 febbraio a Muggiacittà del Carnevale.

invito

dal 18 gennaio al 3 marzo 2013
Il Carnevale nel Costume
abiti di Marisa Apostoli
inaugurazione venerdì 18 gennaio 2013 ore 18
Museo d’Arte Moderna Ugo Carà, via Roma, 9 – Muggia (TS)
orari da martedì a venerdì 10-12 e 17-20
sabato e domenica 10-13 e 17-20

dal 28 gennaio al 10 febbraio 2013
La Città del Carnevale
intervento di arte pubblica di Fiorella Macor
spazi d’affissione a Trieste: piazza Foraggi, piazzale Baiamonti, via Caboto, via D’Alviano, via dell’Istria, via Giulia, via Severo, via Tor San Pietro, viale Campi Elisi, viale D’Annunzio

info Comune di Muggia – Assessorato alla Cultura e Sport
040 3360340 –  ufficio.cultura@comunedimuggia.ts.it – www.benvenutiamuggia.eu
Associazione delle Compagnie del Carnevale Muggesano – info@carnevaldemuja.com – www.carnevaldemuja.com

The Foodie Awards 2015

DI MICOL BRUSAFERRO
22 SETTEMBRE 2015
MUGGIA. La muggesana Fiorella Macor ha conquistato un EyeEm Award, prestigioso premio fotografico assegnato a New York, al termine di un concorso che ha visto la partecipazione di 200mila immagini e di 18mila fotografi da tutto il mondo. Lo scatto vincente è stato realizzato nella categoria “The foodie”, dedicata al cibo, ed è stato realizzato due anni fa alla manifestazione “Trieste Mare Morje Vitovska” al Salone degli Incanti. «Essermi piazzata al primo posto è un’emozione fortissima. Sono iscritta da tempo a EyeEm e ho spedito varie foto nelle dieci categorie che vanno a comporre la gara. Mi piace molto immortalare in modo creativo il cibo» racconta Fiorella. E rivela che la foto selezionata mostra la mano di sua sorella mentre sorregge una porzione di finger food. Ero già contenta di essere entrata nella rosa dei dieci finalisti ma, con il primo piazzamento, la gratificazione è davvero grande»
©RIPRODUZIONE RISERVATA   Il Piccolo Trieste