FESTIVAL KEYQ+ UN ASSAGGIO DEL TERRITORIO , un Workshop di FoodPhoto e un Contest….

Buona domenica!
Il 13 e 14 settembre ci sarà un bel evento al Civiform Trieste – via di Conconello 16, fr. Opicina
Il Festival KEYQ+ Un assaggio del Territorio!

Un Festival dedicato al cibo come elemento per raccontare un territorio, la sua storia e le sue tradizioni. La due giorni è organizzata nell’ambito del progetto “KeyQ+: Culture and tourism as keys for quality cross border development of Italy and Croatia”, finanziato dal programma Interreg Italia-Croazia per promuovere l’offerta enogastronomica locale e valorizzare turismo e peculiarità culturali del territorio in tutte le stagioni dell’anno.

Attraverso quattro show cooking e sei laboratori (corso di food photography, tasting experience su miele, vino, birra, olio e prodotti del Carso) si farà un tour tra gastronomia locale, tradizioni e luoghi tutti da scoprire. I partecipanti vivranno occasioni speciali all’insegna del divertimento, della conoscenza autentica del territorio, della sperimentazione e, naturalmente, della condivisione.

Le due giornate sono aperte a tutti, la partecipazione a tutti gli showcooking e laboratori è gratuita.
Prima però c’è il 

Contest fotografico “Un assaggio del territorio”

SCADENZA: 02/09/2019

Un CONTEST FOTOGRAFICO promosso da Civiform e Le Vie delle Foto, che invita a raccontare, attraverso immagini, le particolarità della cucina tipica del territorio triestino, con i suoi colori, i suoi profumi, i suoi luoghi e la sua gente.
La partecipazione al contest è GRATUITA ed è aperta a tutti i fotografi professionisti e non professionisti e senza limiti d’età.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione al contest è GRATUITA ed è aperta a tutti i fotografi professionisti e non professionisti e senza limiti d’età. Ogni partecipante potrà inviare un massimo di tre fotografie da inviare unitamente alla scheda di iscrizione debitamente compilata e firmata. Sono esclusi dalla gara i membri della commissione giudicatrice e i rispettivi familiari, nonché tutti i soggetti che a vario titolo collaborano all’organizzazione del contest.

CARATTERISTICHE TECNICHE IMMAGINE

Sono ammesse fotografie b/n e a colori con inquadrature sia verticali sia orizzontali. La risoluzione di ciascuna foto deve essere di 300 dpi e in formato JPEG (.jpg). Non sono ammesse opere interamente realizzate al computer. Le fotografie dovranno essere inedite. Ogni immagine deve avere numero progressivo ed essere titolata. Le immagini non conformi alle specifiche non verranno prese in considerazione. Ogni fotografo potrà inviare al massimo 3 fotografie.

MODALITA’ E TERMINI DI CONSEGNA DEL MATERIALE

La consegna delle opere, unitamente alla scheda d’iscrizione potrà avvenire con le seguenti modalità entro Lunedì 2 Settembre h 24:00 online con o senza wetransfer.com – all’indirizzo di posta elettronica: leviedellefoto@gmail.com. Le prime 16 fotografie classificate saranno esposte il 13 ed il 14 settembre durante il Festival KeyQ+ Un assaggio del Territorio……

Vi invito anche a aprtecipare al mio workshop di foophoto Fotografie Golose in collaborazione con Le vie delle Foto
Sarà un workshop rivolto a tutti: appassionati di cucina e/o fotografia, fotografi , blogger o chef che desiderano iniziare o migliorare le proprie competenze nell’ambito della comunicazione visiva. Studieremo la luce e la composizione, l’inquadratura e i colori, la risoluzione degli errori più comuni anche dal punto di vista dello styling in modo da rendere le nostre immagini veramente attraenti….e golose!
Gratuito!

il 14 settembre 2019  ore 14 nell’ambito del Festival KEYQ +

 

PROGRAMMA 13 Settembre 14 Settembre 10:30 Saluti istituzionali 11:00 Incontro Cibo fresco locale e ruolo dei giovani chef dott. Giulio Barocco – Dip. Prevenzione ASUI Trieste 12:00 Showcooking con degustazione Le sfumature del Golfo di Trieste Abdulla al Mamun – Sous Chef Savoia Excelsior Palace Trieste 13:00 Laboratorio Abbinamento cibo vino e tradizione Roberto Filipaz – AIS Associazione Italiana Sommelier 14:00 Showcooking con degustazione Ci vuole passione! Pastificio Barone 15:00 Laboratorio didattico Il Miele e le sue proprietà: alla scoperta dell’arnia didattica PAG-Prog. Area Giovani Trieste e Cons. apicoltori Trieste 16:00 Tasting experience Il “Dolce Carso”: Pasticceria innovativa a Km0 Tanja Tuta – Il Dolce Carso 11:00 Incontro Comunicare il cibo Fabiana Romanutti – Direttore mensile di gusto e buon gusto qb quantobasta, responsabile Mittelcook qubì editore 11:30 Showcooking con degustazione Note dal Carso Youssef Maradona – Masterchef Italia 13:00 Laboratorio didattico Pillole di luppolo: cos’è e come si fa la Birra Artigianale Federica Felice –Birrificio Cittavecchia, Ambasciatrice FVG Ass. Le Donne della Birra 14:00 Corso di Foodphotography Fotografie Golose Fiorella Macor – Le Vie delle Foto 14:30 Showcooking con degustazione Bollito che passione! Emilio Cuk, Ristorante Montecarlo 15:00 Laboratorio didattico Le Emozioni sensoriali dell’Olio Natascia Riggi – Le Donne dell’Olio 16:00 Premiazione Contest fotografico “Un Assaggio del Territorio”

 

 

A nozze in una splendida location, patria del Ramandolo, da I Comelli a Nimis.

Domenica 11 agosto 2019, servizio fotografico di nozze in Friuli, cerimonia, foto e festa tutto nella stessa bellissima location: Cantina I Comelli. Una scelta azzeccatissima sia dal punto di vista estetico che dalla qualità. In quest’angolo di Friuli Colli Orientali c’è  un nettare, il Ramandolo, un vino, tutti lo riconoscono, di una finezza tale da lasciar intravedere un’affermazione pari, o comunque simile, a quella ottenuta dai più famosi vini dolci sul mercato internazionale (cit: Consorzio tutela Vini),Prodotto da uno dei più antichi vitigni del Friuli e presente nella lista dei vini serviti nel Concilio del 1409 a papa Gregorio XII, è la prima D.O.C.G. della nostra regione. I vigneti sono disposti al sole su dolci colline fra i comuni di Nimis e Tarcento, terra di Celti e Longobardi, in Friuli, nella provincia di Udine….e i Comelli sono dei produttori di  questo vino ma non solo, oltre alla moderna cantina…c’è anche l’Agriturismo e una cucina che ho potuto gustare in un menù veramente goloso!
(la gallery con le foto su facebook)
L’antipasto, servito sotto un bel porticato con dei carri di legno d’epoca racchiudeva tutti i prodotti tipici del Friuli come: prosciutto di Sauris, prosciutto cotto in crosta di pane, salame e pancetta. Cestini di frico croccante ripieno di crema ai funghi, polenta e frico, formaggi e mostarde, tortini di crema di porro , verdure pastellate e in agrodolce crostini con la Regina di San Daniele….il tutto innaffiato da succo ai mirtilli, spumante e altre bevande fresche serviti con gentilezza e bei sorrisi.
Accomodati nella cantina vera adibita a sala da pranzo ci hanno servito due primi: crespelle, ricotta e spinaci e risotto alla rapa rossa con Formadi frant ( formato da un impasto di formaggi sminuzzati – da cui il nome – del tipo latteria (semicotti), di varia stagionatura, prodotti in Carnia, con aggiunta di sale, pepe, panna e latte; viene stagionato per circa 40 giorni.).
Dopo un buon sorbetto al limone e le foto con gli sposi nella tenuta è arrivato il secondo, un mix di carne alla brace accompagnato da patate al forno e insalata!
Ma non è finito qui perchè , più tardi , sempre sotto quel bel porticato , hanno servito tanta frutta e dolci a volontà…un banchetto veramente notevole. dove l’occhio ha avuto la sua parte ed il palato ha provato gusti ricchi di sfumature golose di ogni tipo!
Ricorderò sicuramente questo luogo per molti motivi: dalla bellezza e simpatia degli sposi, alla loro bravura nell’organizzare un evento curato nei minimi particolari e con grande gusto e raffinatezza  e…non ultimo..il nuovo servizio fotografico con due operatori!!! L’affiancamento di Giulio per dare un servizio ancora più accurato e raffinato, fondali, luci, cavalletti…..creare un set come una sala posa….era un piccolo sogno che ho realizzato e, sono sicura, al 1.000 per mille saremo un’accoppiata vincente!! (per informazioni, scrivere a thefoodielifestyle@gmail.com)
https://fiorellamacorphotography.jimdo.com/weddings/ le gallery

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Una cena da Sardoč e i suoi piatti tipici del Carso.

Sabato sera una bella cena per i 25 anni di matrimonio di Laura e Paolo a Precenico da Sardoč, una trattoria gostilna che ha segnato i miei anni top come fotografa di nozze, diciamo pure che era il locale più gettonato negli anni 1990/2000, per trovare posto , gli sposi, dovevano prenotare almeno un anno prima.

Ero molto curiosa di vedere se c’erano stati cambiamenti nel menù e nel modo di organizzare l’evento ma ho trovato tutto esattamente, o quasi , identico a ventanni fa.
Diciamo pure che mi sono sentita trasportare indietro negli anni, il che non è sicuramente un fatto negativo , anzi, cibo sempre di ottima qualità anche se ,tuttosommato ,un po’ vintage !

L’aperitivo all’aperto con bollicine e verdure pastellate , un momento che segna il passaggio dalla serietà ed emozione della cerimonia alla leggerezza della festa, si socializza tra ospiti e ci si disseta prima di sedersi nell’ampia sala e cenare….
Formaggi tipici e salumi del Carso è l’antipasto già pronto sulle tavole con un paniere di pane fatto in casa, morbido e fragrante.

Nel classico tris di primi ritrovo il rotolo di spinaci e gli Zlikrofi ( sono una specie di ravioli o gnocchetti, fatti di una pasta fine, ripieni con patate, cipolla, grasso e spezie, e quindi cotti.) e sono già sazia…..

Come da prassi c’è una bella pausa con danze sfrenate per far spazio ai corposi secondi con contorni. Anche qua il procedimento è uguale a ventanni fa: le ameriere entrano con dei carrelli pieni di diversi tipi di secondi e chiedono cosa si preferisce tra diverse proposte e , puntualmente, ti trovi con quello che hai appena deciso sul tavolo, non ho mai capito come fanno ad essere così precisi!
Sabato sera, mi sono gustata una Ljubljanska, (Milanese farcita con prosciutto e formaggio) con i chifeletti di patate, i contorni erano vintage più che mai: piselli, patate in tecia e spinaci…..un classico che si perde nella notte dei tempi, dagli inizi della mia carriera e probabilmente prima,in tutto il nostro territorio.
Dopo una lauta e corposa cena come questa è stato obbligatorio ributtarsi nelle danze fino all’arrivo di una bellissima e gustosa torta !!

Decisamente un bel tuffo nel passato !

Vi do qualche idea per fare la

Lubianska

per le giuste dosi…fate voi..

  • fette Lonza Di Maiale
  • fette Fontina

  • fette Prosciutto Crudo

  • q.b. Farina

  • q.b. Pangrattato

  • 1/2 Uova

Prendete le fettine di lonza, battetele un pò e salatele.
Su una fetta appoggiate una fetta di fontina e una di prosciutto crudo, pressate bene i bordi ed infarinatele, passatele nell’uovo sbattuto ed allungato con un pò di latte e sale, ed infine passatele nel pangrattato.
Friggete le lubianske in tanto olio bollente finchè non saranno dorate da ambo i lati.

Vi assicuro che sembra facile …ma …non è proprio così!Provate e poi raccontatemi !
Buon appetito!
La gallery delle foto su :https://www.facebook.com/pg/fiorellamacorphotography/photos/?tab=album&album_id=2513921438670415