Tortellini salvia e menta.

Una stupidaggine!!
Lessare i tortellini spinaci e ricotte
aggiungere burro e le erbe tagliate grossolanamente …spolverizzare con grana buono in grattugiato e mettiamo in forno a gratinare un po’…..Super!!
La salvia e la menta diventano quasi croccanti (quelle che sono in alto vicino al grill ovviamente, potete anche creare voi le foglie disponendole ad hoc)..
Benefici?
La Salvia:

Le proprietà medicinali attribuite alla salvia, in epoca antica, la rendevano molto diffusa e coltivata negli orti. Ha effetti importanti su tutta la fisiologia umana e i suoi benefici spaziano dall’apparato genitale a quello respiratorio e ha proprietà curative anche per l’apparato digerente.

La Salvia officinalis appartiene alla famiglia delle Lamiacee e la troviamo citata in molti testi antichi, in epoca romana anche precedente alla venuta di Cristo. Un detto latino cita così: “prima digestio fit in ore” ovvero la digestione inizia dalla bocca e la salvia svolge proprio questa funzione importante. Cura la pulizia della bocca e stimola le secrezioni che permettono ai cibi di essere predigeriti prima di arrivare allo stomaco.

In generale possiamo dire che la salvia è un toccasana per la salute di tutte le mucose.

I benefici della salvia è un’erba medicinale utilizzata in fitoterapia per il prezioso estratto che se ne ricava ma è molto utilizzata anche nella cucina italiana e diventa spesso protagonista di piatti della tradizione. Il suo sapore acceso e marcato ma non coprente, la rende un’ottima compagna da abbinare a molti ingredienti.

Sia la pianta fresca che la tintura madre può essere utilizzata per:

  • regolare il ciclo mestruale: aiuta in caso di flusso scarso, amenorrea e dolori correlati al ciclo, in caso di menopausa per alleviare il fastidioso effetto delle caldane
  • cicatrizzare le ferite: è antisettica e cicatrizzante ed è consigliata in caso di ferite o piaghe da decubito
  • favorire il sonno e donare sollievo mentale, grazie all’estratto oleoso della pianta
  • eliminare funghi o batteri: la sua forza antisettica è efficace in caso di virus, batteri, funghi grazie alla presenza dell’olio essenziale e degli acidi fenolici come la salvina
  • limitare le manifestazioni di sudore: per chi soffre di sudorazione eccessiva in mani e piedi e in generale su tutto il corpo, la salvia è un potente regolatore di sudore e agisce molto bene anche per le sudorazioni notturne
  • depurare il fegato e contribuire all’eliminazione di tossine in eccesso all’interno dell’organismo

    La menta

    Proprietà e benefici della menta

    La menta è rinfrescante e aiuta nella digestione. Strofinata sui denti aiuta a prevenire e a combattere l’alitosi. Il mentolo contenuto nella menta ha proprietà che stimolano l’attività gastrica; è quindi un valido alleato contro i problemi di digestione
    Usi per la salute e la bellezza
    Gli usi della mente per benessere e bellezza sono tanti: dalle foglie fresche all’olio essenziale

    Foglie fresche: potete applicare le foglie fresche di menta, ben lavate, sulle punture d’insetto. Bloccatele poi con una garza o un cerotto. Cambiate le foglioline quando saranno secche.

    Tisana: foglie e fiori della menta per uso erboristico vengono raccolti in estate e lasciati essiccare all’aria aperta per poi essere utilizzati per la preparazione di tisane. Sarà sufficiente mettere a bollire una manciata di foglie fresche o un cucchiaino di foglie secche macinate in acqua. Fate bollire, lasciate riposare per 10 minuti, filtrate e bevete. Potete consumare fino a mezzo litro di tisana al giorno come rimedio digestivo e tonificante. Se ne sconsiglia però l’assunzione prima di andare a letto perché potrebbe favorire episodi di insonnia.

    Collutorio: il collutorio alla menta è davvero facile da preparare per avere alito fresco e bocca sana grazie alla sua azione antisettica. Lasciate in infusione un cucchiaino di foglie essiccate in 200 ml di acqua bollente per circa 10 minuti. Filtrate e lasciate raffreddare prima di utilizzarlo come collutorio.

    Food photography, Food design

    Olio essenziale: l’olio essenziale di menta è consigliato in caso di suffumigi per curare tosse e raffreddore: in questo caso basterà versarne poche gocce in un litro di acqua bollente. Se utilizzato direttamente sulla pelle deve essere diluito con olio di oliva, ottimo pr alleviare i reumatismi o per fare massaggi rilassanti e antistress. Evitate l’applicazione sulla pelle delicata dei bambini.

    Controindicazioni
    L’utilizzo della menta è sconsigliato in casi di reflusso gastroesofageo, ulcera, favismo e patologie al fegato o ai reni. L’uso eccessivo può inoltre provocare effetti collaterali al sistema nervoso. Chi soffre di particolari patologie oppure in gravidanza è sempre meglio consultare il medico prima di utilizzare la menta come rimedio erboristico
    Ovviamente  non è un cibo da dieta 😀
    Buona serata a tutti!

 

Hummus di ceci e avocado.

Sembrerebbe che oggi sia l’ultimo giorno di prigionia dal 9 marzo , da domani, libertà vigilata!!
Per finire bene questo periodo così strano e pesante mi si è rotta di nuovo la tv, si sente ma non si vede, esattamente come qualche mese fa e spero sia ancora in garanzia. Ero già un pò in ansia di mio perchè mi sa che ho una leggera forma di sindrome della capanna che mi impedisce di rilassarmi al pensiero di uscire domani mattina e andar per uffici, vedere lo schermo nero della tv mi ha fatto girare e sono ricorsa al cibo per far finta che tutto va ben!
Frigo discretamente pieno, scatolame anche, ho optato per un hummus di ceci al quale ho aggiunto un bel avocado maturo e zac…merenda in terrazzo sotto un sole cocente e le mie belle piantine….
Amo l’Hummus di ceci ma non  avevo mai provato questa versione.
Conoscete le qualità di questa crema deliziosa?
L’hummus è un piatto fondamentale nella gastronomia del Medio Oriente. Paesi come la Turchia, il Libano, Israele, la Siria e persino la Grecia e Cipro, usano spesso questa ricetta così sana, sapevo anche che favorisce la produzione di serotonina e dona una sensazione di benessere, è anche un buon antidepressivo naturale….sazia e aiuta a rilassarsi.
Parliamo soprattutto dei ceci, uno dei legumi più ricchi di proteine e che è la base di molti piatti. Li adoriamo! Forse v’interesserà sapere che l’hummus è incluso nella dieta di molti sportivi perché è una grande fonte di energia.
Anche l’avocado è pieno di qualità ed è uno dei miei frutti preferiti, A dispetto degli altri frutti, l’avocado ha un profilo nutrizionale davvero unico: 100 grammi di avocado sviluppano circa 160 calorie e la presenza di fibre, grassi buoni, vitamine del gruppo B, vitamina K, potassio, vitamina E e vitamina C, gli conferiscono proprietà eccellenti per la salute e il suo consumo è associato a diversi effetti benefici come la riduzione del rischio cardiovascolare, l’aumento del senso di sazietà con conseguente perdita di peso e l’aumento della fertilità.(Fonte: https://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/avocado-proprieta/).
Vi consiglio proprio di farvelo in casa ! Non vi passerà il nervoso se la tv si è rotta ma la prenderete con più filosofia!

 

Ingredienti:

  • 1 AVOCADO MATURO
  • 1 LATTINA DI CECI PRECOTTI
  • 1 SPICCHIO DI AGLIO
  • IL SUCCO DI UNO O DUE LIMONI
  • 1/2 CUCCHIAINO DI TABASCO (se lo avete se no va bene anche senza)
  • 1/2 CUCCHIAINO DI CUMINO IN POLVERE
  • SALE Q.B.
  • PANE ARABO PER ACCOMPAGNARE
    (oggi avevo solo del terribile pan bauletto)
     
  • Pulite l’avocado, eliminando il nocciolo e tagliatelo a pezzetti.
  • Scolate i ceci dalla scatola, sciacquateli lungamente sotto l’acqua corrente, poi scolateli bene.
  • Pelate lo spicchio di aglio e tritatelo finemente.
  • Riunite tutti gli ingredienti, eccetto il pane arabo, nel vaso di un robot da cucina, e frullateli fino ad ottenere un composto omogeneo e liscio.
  • Versate in una ciotola, coprite con pellicola alimentare, e tenete in frigorifero per almeno un’ora, o comunque fino al momento di servire.
  • Portate in tavola spolverando a piacere con poca paprica assieme al pane arabo caldo.Spazzolata la ciotola di hummus a mo di training autogeno ho aperto Adobi , editato le foto , il tutto rigorosamente con una colonna sonora metal power folk epic music!
    la voce di Roy Khan, quella di Tommy Karevik, la batteria di Casey Grillo e tutti gli altri componenti delle band Kamelot e Conception  (vedi slideshow qua sotto)mi hanno accompagnato e fatto dimenticvare la tv….adesso però ho finito e non mi resta che guardare qualche puntatiella din streming dal pc 🙁
    …Grimm andrà bene…
    Buona serata!

Buon appetito!

Spaghetti di zucchini con piselli e ricotta.

Gli Zoodles sono gli spaghetti di zucchine e sono facilissimi da fare , gustosi e sani.
Oggi li abbiamo cucinati con piselli e ricotta!
Per preparare gli spaghetti di zucchine occorre un particolare robot da cucina che trasforma le verdure ma, se non avete a disposizione l’attrezzo ad hoc potete utilizzare una grattugia a fori larghi: il risultato è comunque assicurato!
Oltre ad essere ricche di acqua e povere di calorie, (soltanto 11 per 100 grammi di prodotto), le zucchine sono prive di grassi e colesterolo e consigliate spesso nelle diete, piacciono a tutti , anche ai bambini, ottime in mille modi….oggi le abbiamo provate così.

Zucchini spaghetti with peas and ricotta in natural light with a beautiful plant with purple flowers and two small squares nearby

La ricetta:
Sbollentiamo i piselli surgelati nell’acqua bollente un poco salata e facciamoli cuocere in una padella dove abbiamo fatto un disfritto di cipolla e carote(pochissime).
Mentre i piselli cuociono pulire le zucchine sotto l’acqua bollente e tagliamole con l’apposito strumento se lo abbiamo oppure nella grattuggia con i fori larghi, mettiamole da parte stando attenti di non rovinarle .
Appena pronti i piselli, unire le zucchine e mescolare assieme il tutto delicatamente per qualche minuto, mettere nel piatto e aggiungere un poco di ricotta…et voillà!
Semplicissimo e gustoso! Buon appetito!

Zucchini spaghetti with peas and ricotta in natural light with a beautiful plant with purple flowers and two small squares nearby

 
Il set …..

Pasta di farina di piselli al pesto di peperoni.

E’ l’ultima novità in fatto di fusill e compagnia bella: pasta ai legumi!
Con tutte le intolleranze che ci sono in giro, i pastifici si stanno ingegnando ad inventare alternative che abbiano anche un buon sapore e la pasta di farina di piselli è prodotto recente ma già abbastanza di successo, per le sue qualità nutrizionali e anche perché porta in tavola una gustosa alternativa alla “solita” pasta.
100% farina di piselli verdi, ricca di proteine e fibre e senza glutine! Quando l’ho vista sugli scaffali del supermercato ho pensato subito che dovevo provarla, soprattutto perchè i fusilli sono uno dei miei formati di pasta preferiti.
Ovviamente avevo i miei dubbi sulla bontà e ho provato ad assaggiarla al naturale con solo un filino d’olio d’oliva: un sapore deciso e gustoso, diciamo solo che la consistenza è diversa da quella del grano, unica pecca.
Dal punto di vista calorico, i numeri fra una pasta e l’altra non cambiano: quella di legumi ha, come quella di semola, circa 350 calorie per 100 g. Ciò che cambia sono le sostanze che apportano energia: proteine per circa il 20%, mentre i carboidrati sono intorno al 50%. Il resto sono soprattutto fibre.
Ho dato alla cuoca di casa il compito di trovare un condimento adatto e Sister ha creato questo piatto veramente gustoso che abbiamo accompagnato con un Il Lugana DOC 
Pesto di peperoni con la pasta di piselli.
Soffriggere cipolla e aglio con qualche foglia di alloro.
Aggiungere i peperoni e cuocerli fino a che diventano morbidi , togliere le foglie di alloro.
Frullare il tutto , aggiungere qualche fogliolina di menta e voillà il pesto è pronto!!
Nel frattempo avrete cotto la pasta , scolatela e unitela mescolando bene !

Abbiamo abbinato tutto ad un vino Lugana DOC
 un vino bianco prodotto a cavallo tra Lombardia e Veneto in prossimità della sponda meridionale del lago di Garda, tra le province di Brescia e Verona. La vite è presente nella zona pressoché da sempre: sono stati ritrovati alcuni resti presso le palafitte di Peschiera del Garda che risalgono all’età del bronzo.
Il poeta romano Catullo, originario di Verona e proprietario di una villa a Sirmione le cui rovine sono visibili ancora oggi, cita nelle sue opere il vino retico.
Anche il re dei Goti Teodato era un estimatore del vino prodotto nella zona.
Tornando a tempi più recenti, il vino Lugana ha ottenuto la DOC nel 1967, e nel 1990 è nato il Consorzio di tutela.
Buon appetito!