Cuore di Pietra, Viaggio nell’anima dei vini del Carso e della Provincia di Trieste.

“Sull’estremo versante settentrionale della penisola istriana si trova Muggia,graziosa cittadina adagiata sulla riva dell’Adriatico, cinta da una corona di verdi colline in cui s’alternano rigogliose campagne e fitte macchie boschive,
I porticcioli e le darsene, i lungo tratto di costa balneabile, l’elegante comprensorio di Porto San Rocco…….”
Comincia così ,a pagina 141 , la parte dedicata a Muggia nella seconda edizione ampliata del libro di Federico Alessio, Sommelier Ais (Associazione Italiana Sommelier), che è stato presentato ieri pomeriggio in Sala Negrisin da Giampaolo Lescovelli , Responsabile Docet del libro.
In genere, le presentazioni di libri sono abbastanza asettiche e tendono a pubblicizzare il “prodotto” in modo altisonante , questa invece è stata interessantissima perchè si è evoluta in un racconto del nostro territorio e dei suoi vini in modo avvincente,una storia vera, una voglia di  esplorare con altri occhi e con il cuore.
Federico si definisce un esploratore di cantine ed  assaggiatore ma,dopo aver letto dei capitoli del libro a caso, lo trovo un po’ riduttivo, c’è tanto amore per la sua/nostra terra nelle sue parole,  non è solo un elenco di vini e produttori , vale la pena leggerlo e sicuramente ripercorrere le sue strade .
Nella piccola discussione aperta dopo la presentazione si mescolano le voci di Fulvio Tomini , del Prof, Colombo e di Franco Ferencic, in un intreccio di pensieri che sfociano in un’unica , quanto vera, conclusione: Il vino non ha confini, non c’è nazionalismo nel vino. il Vino lega i Popoli e fa l’Europa!

Grazie Federico ….adesso mi sento proprio carica , mi hai dato il Là per la mia ricerca e per questo mio Blog!
Buona domenica a tutti…..scendo a Muggia

Il libro di Federico Alessio.

Viaggio nell’anima dei vini del Carso e della Provincia di Trieste.