Ravanelli: proprietà, valori nutrizionali, calorie

Ti piacciono i ravanelli? Scopri quanto fanno bene!

I ravanelli o rapanelli sono un alimento gustoso e un aiuto quotidiano per il benessere generale. Leggi cosa contengono e non smetterai di portarli sulla tua tavola!

E fatto principalmente di acqua e povero di calorie: “100 grammi contengono circa 15 calorie suddivise in 63% carboidrati, 29% proteine e 8% lipidi”. Inoltre troviamo:

  • vitamina B (tra cui acido folico)
  • vitamina C
  • vitamina E
  • fosforo
  • potassio
  • magnesio
  • ferro

“Inoltre il ravanello è una fonte di carotenoidi, come beta-carotene, luteina e zeaxantina, utili per la vista, di sulforafano e di indoli, sostanze considerate antitumorali”, conclude la dott.ssa Giuffrè.

È chiaro come un tale patrimonio nutritivo conferisca al ravanello proprietà benefiche importanti:

  • diuretiche, utili in caso di infiammazione ai reni e bruciori durante la minzione
  • depurative, per la salute dei reni
  • sedative, contro tosse e bronchite, usato sottoforma di infusi o decotti
  • stimolanti dell’attività di fegato e cistifellea
  • lassative, seppur blande, attribuite ai semi di ravanello che contribuiscono a regolarizzare il transito intestinale in caso di stitichezza

Ravanelli crudi

Questi ortaggi si possono conservare in frigo circa una settimana. È utile ricordare che per riconoscere dei ravanelli freschi occorre dare un’occhiata alle foglie, che non devono risultare appassite. Come abbiamo detto, in Italia questo ortaggio viene consumato principalmente crudo per insalate e contorni a piatti a base di pesce o carne. “Si presta molto bene al pinzimonio, per un pasto gustoso e sano, a patto di non esagerare con il condimento” – specifica la nutrizionista.  In questo caso, il nostro consiglio è di tenere in ammollo il ravanello in acqua fredda per qualche ora, in modo da aumentarne la croccantezza. Per un antipasto allegro, invece, i ravanelli si possono scavare per ottenere delle coppette da riempire con robiola ed erbette a piacere. Le foglie dei ravanelli, opportunamente lavate, si possono utilizzare, previa bollitura, per arricchire frittate o zuppe.

( Stasera provo ad usare le foglie e poi vi racconto..)