-2 per Sirene, Oltre il Mare a Porto San Rocco, la mia “personale” nell’ambito degli eventi di Barcolana50

Buon giovedì,
mancano 2 giorni all’inaugurazione di Sirene, Oltre il Mare a Porto San Rocco e sono proprio agitata.

Invito!
Sabato 6/10 ore 18!!!

In questa ultima settimana ho deciso di aggiungere delle cose e non ho ancora finito;il fatto è che non avevo capito ancora l’importanza di essere presente negli Eventi della Barcolana50, la Regata più grande del Mondo! Non avevo neppure capito il significato e la fortuna del poter esporre nella Sala Congressi di Porto San Rocco!
Non è una personale nuova nuova ma un percorso che vuole diventare riflessione e mi piacerebbe coinvolgere tante persone, se poi aggiungiamo il fatto che sono 20 giorni che non fumo (victory!) mi sembra logico che la mia ansia sia ragionevolmente giusta.

Il tutto nasce l’altr’anno dopo una bellissima settimana passata in mare con il mondo della vela degli ORC World 2017 proprio a Porto San Rocco.
Amo il Mare e , questa esperienza, è stata una fonte di energia ma, anche, di creatività e riflessione.
L’altr’anno ho anche vissuto un periodo di ribellione verso la “fotografia” concepita come mestiere e arte alla portata di tutti. Mi si sono presentate immagini spacciate per “Arte” da persone che , fino a ieri, disegnava, pitturava quadri ma di tecnica fotografica neppure l’ombra…lo ammetto….mi sono girate le scatole alla grande; era come se io , di colpo, prendessi in mano dei pennelli, dopo 35 anni che non studio la pittura (che amo e spero di coltivare in pensione, se ci andrò un dì). Insomma, ero stufa dei soliti clichè e avevo voglia di uscire dagli schemi, vedevo immagini riconosciute come Arte solo perchè presentate come Arte Concettuale, ma perchè non anch’io? Perchè non provare qualcosa di diverso dalla solita stampa? Perchè  non esprimere le mie sensazioni di questa settimana a modo mio? Così è nato Sirene, esposto nella Biblioteca Statale Stelio Crise di Trieste  con Espansioni(Sono 50 le artiste partecipanti alla Rassegna Internazionale d’ Arte Contemporanea “percorsi di creatività delle donne”. Il titolo è INCONTRA.).
Poi è arrivato il momento di Le Vie delle Foto e ho presentato Oltre il Mare dove mi sono sbizzarrita a creare altri pannelli con questa tecnica mista: stampa a casa su carta comune, riversamento immagine su legno, pennellate di acquarelli ed acrilici e qualche tratto di pennarello…
Insomma…l’apoteosi per me che amo le stampe fotografiche Fine-Art ….
Nel frattempo Marina Abramovic firma il manifesto di Barcolana50 , Il manifesto, realizzato con il sostegno di illycaffè, reca il messaggio “We are all in the same boat”, un invito a fare squadra per proteggere il pianeta, nonostante le competizioni (sportive e non) con cui ci si confronta tutti i giorni, ma il suo significato viene stravolto e la polemica infuria negli ambienti politici! Credo che , a livello estitico, posso piacere o no (come tutte le opere d’arte del resto) ma cambiarne il vero significato lo trovo veramente da stupidi. Nello stesso tempo ho scoperto anche che, il significato del manifesto, era molto simile alle motivazioni della mia Oltre il Mare e ho visto il bando per poter far parte degli eventi di Barcolana50 e ho pensato che ero perfettamente in tema. Ma dove proporla? La location poteva essere solo una. quella che aveva fatto nascere il progetto: Porto San Rocco. Ho chiamato il Sig. Sponza e l’idea è stata accolta e ho mandato la mia richiesta di far parte degli eventi, richiesta che è stata accolta, con mia grande gioia.
Durante l’estate, Oltre il Mare si è allargata ancora di qualche  “opera”? “Quadro”? “Esperimento”? Non so come chiamare questi pannelli di legno e annessi messaggi , ma il significato è uno e preciso: “..mi ha portato a riflettere anche sul mito della natura perduta e lo strapotere della tecnica, c’è una via d’uscita per l’uomo moderno: ritrovare un nuovo rapporto con la natura un rispetto reciproco che tolga ogni arroganza e violenza dell’azione dell’uomo verso il pianeta e gli altri esseri viventi… altrimenti c’è il Nulla dell’Isola delle Sirene o un viaggio senza scopo in un mare sconosciuto…”
Ma esporre a Porto San Rocco non è solo un vanto per la bellezza della cornice, è anche un omaggio ad un luogo che fa parte della storia della mia famiglia.Tanti anni fa , proprio qua si costruivano navi bellissime: il Cantier San Rocco  e ho tanti ricordi bellissimi fino all’ultimo, quello doloroso, di mia madre che portava a casa la scatola con tutti i suoi accessori da scrivania (era impiegata, faceva le buste paghe degli operai del cantiere), l’ultimo giorno di lavoro: il cantiere era stato chiuso….ricordo ancora le sue lacrime .
Se avete letto tutto fino ad adesso capirete il perchè di tutta questa mia agitazione: far l’artista che manda messaggi ambientali colmi di sentimenti e di storia, vi pare poco? Mah…se sono arrivata a farlo vuol dire che forse il mio pensiero val la pena di essere divulgato!
Cercherò di fare del mio meglio!
Vi aspetto Sabato 6 ottobre 2018 alle ore 18 in Sala Congressi.
Fiore foto

Orari
Domenica 7/10 dalle 10 alle 13    dalle 16 alle 18
Lunedì, Martedi, Mercoledi, Giovedì e Venerdì
dalle 15 alle 19
Sabato 13/10 dalle 10 alle 13    dalle 16 alle 19
Domeica 14 dalle 15 alle 19